10.11.16

#16 ➸ Orange is the New Black?


Aloha ❀
Ieri sera ci sono state le elezioni e il verdetto ha lasciato sconvolti tutti: dalla popolazione americana, ai politici, al resto del mondo. Donald Trump sarà il prossimo POTUS.

Come l'ho presa io? Non benissimo, onestamente. Per molte ragioni, ma soprattutto perché sono una donna, un uomo che pensa che "grabbing a woman by the pussy"   sia un comportamento accettabile vorrei vederlo solo dietro alle sbarre. Per non parlare del resto degli ideali del caro vecchio Donnie che proprio non mi vanno a genio. Anche la Clinton non sarà una santa, ma tra Hillary e Trump voterei lei ad occhi chiusi.
Come l'hanno presa le persone di Fort Recovery e il resto della Mercer County? Mi stupisce che non abbiano sparato i fuochi d'artificio,  essendo al 99% pro-Trump.

Come hanno affrontato queste elezioni nel villaggio di Fort Recovery, Ohio?
Per iniziare, quasi tutti qui sono per Trump:  chi perché supporta effettivamente i suoi ideali e chi perché odia la Clinton e perciò sceglie l'avversario senza nemmeno pensarci.
Il fatto è che si tratta di una comunità per lo più di bianchi di classe sociale medio-alta dove è l'uomo di casa a comandare, senza contare che essendo un villaggio abbastanza piccolo tendono ad avere una mentalità piuttosto ristretta e influenzata dalla religione più del necessario. A cosa porta questo? In poche parole: all'essere repubblicani.
La maggior parte della gente si lascia affascinare dall'idea di rendere l'America "great again", senza pensare alle possibili conseguenze che un leader come Donald Trump potrebbe causare.
Nonostante quasi tutti qui abbiano votato Trump, fino a ieri erano convinti che Hillary avrebbe vinto; per questo oggi a scuola erano più le persone stupite della vittoria di quelle esaltate.
Le reazioni più comuni stamattina sono state "Saremmo stati fregati in ogni caso, ma almeno Trump è meglio della Clinton" e "Ve l'avevo detto che avrebbe vinto!".

Sinceramente sono curiosa di vedere cosa succederà in questi quattro anni: sicuramente ci saranno molti cambiamenti, speriamo solo che ce ne siano anche di buoni.

Alla prossima,
   Alex

Nessun commento:

Posta un commento